Fitwalking sulle sponde del Bacchiglione

Percorso
A pochi chilometri da Padova, città d’arte e di storia punto di passaggio tra i Colli Euganei e la Laguna Veneta, proponiamo un percorso nel comune di Selvazzano Dentro lungo le rive del fiume Bacchiglione. La partenza è dal centro del paese che deve il suo nome proprio al fiume che attraversa la cittadina da ovest a est e la divide in due parti una alla destra e una alla sinistra del fiume, l’aggettivo “dentro” fa riferimento alla posizione del centro dell’abitato situato alla destra del corso fiume. In prossimità del Ponte Vittorio Emanuele II si imbocca a sinistra, in direzione ovest, l’argine destro, una strada bianca abbastanza larga che segue le anse del fiume mostrando all’orizzonte le montagne. Senza significative variazioni di pendenza si percorrono 5 Km circa arrivando alla fine dell’argine nel comune di Saccolongo, alle porte della frazione di Creola. E’ questo l’unico tratto di asfalto del percorso (di circa 400 metri) che grazie ad una pista ciclabile ci porta ad attraversare il ponte sul Bacchiglione per poi imboccare a destra l’argine sinistro. Le caratteristiche del fondo restano invariate in questa parte di ritorno, con il fiume che si avvicina e poi si piega allontanandosi dal percorso e lasciando spazio ad una campagna fertile e di straordinario respiro, con la presenza silenziosa dei Colli Euganei sulla destra. Ci si trova così nuovamente a Selvazzano, al ponte di partenza ma sulla riva opposta dopo aver percorso quasi 8,5 Km. Per un allenamento più impegnativo è possibile proseguire attraversando via Vittorio Emanuele II sull’argine sinistro e raggiungere il ponte della frazione Tencarola di Selvazzano per rientrare poi sull’argine destro percorrendo altri 5,7 Km prima di raggiungere nuovamente il punto di partenza. L’ultimo tratto di argine si restringe a due corsie di terra battuta ed erba e costeggia gli impianti sportivi comunali, una villa del Cinquecento Ca’ Bigolin e l’antico oratorio di San Michele.

Come raggiungere il percorso
In auto dall’autostrada A4 direz. Venezia – Milano, al casello Padova ovest seguire la statale 11 per Vicenza. Dall’autostrada A4 direz. Bologna – Padova, al casello Padova ovest seguire la tangenziale di Corso Australia in direzione Tencarola
In treno dalla stazione di Padova servizio autobus fino a Selvazzano

commento tecnico
Tracciato incastonato in un contesto naturalistico e con caratteristiche da “fuori strada” particolarmente adatte al fitwalking cross (con i bastoncini) o a belle passeggiate. Il fitwalking più intenso risulta invece un po’ limitato dal terreno in larga parte sterrato che non facilita, sia per la qualità degli appoggi che per la completezza della spinta, ritmi particolarmente brillanti. Vale comunque la pena utilizzarlo anche per camminate un po’ più vivaci del solito, o per alternare un lavoro su di un terreno un po’ meno scorrevole per chi volesse un impegno muscolare un briciolo accentuato. E’ un percorso adattissimo per chi vuole muoversi a passo svelto per dare al fisico un impegno salutistico ottimale.Un motivo tecnico di vantaggio per questo percorso è poi la possibilità di provare diverse tecniche di cammino e quindi stimolare la camminata in tante direzioni.Per svolgere della buona attività fisica a fini salutistici questo tracciato è molto adatto. Permette di affrontare una distanza coerente all’impegno fisico a fini salutistici modulando percorsi che vanno da poco più di 5 Km (massimo un’ora di cammino se lo si affronta a buon passo), sino a 9 (1 ora e mezza di buon passo) o 15 Km (circa 2 ore/ 2ore e un quarto se si fa già un fitwalking di buon impegno).

Cosa fare, dove andare
Padova è una città di grandi tradizioni artistiche e culturali con oltre 3.000 anni di storia che hanno lasciato in eredità una miniera di monumenti di grande valore storico-artistico. Il più celebre è la Cappella degli Scrovegni, uno dei massimi monumenti dell’arte figurativa di tutti i tempi custode del più completo ciclo di affreschi di Giotto, ma sono da segnalare anche il Palazzo della Regione simbolo del grande potere raggiunto dal Comune di Padova nel ‘200 che racchiude uno straordinario ciclo di affreschi a tema astrologico, il Battistero del Duomo che racchiude un ciclo di affreschi dedicati agli elisioni più salienti del dell’Antico e del Nuovo Testamento, Palazzo del Bo sede storica della gloriosa Università patavina che racchiude il più antico teatro anatomico del mondo e la cattedra di Galileo Galilei, la Basilica di S. Antonio meglio conosciuta come Basilica del Santo eretta nel XIII secolo per custodire la salma di S. Antonio unica per la sua commistione di stili lombardo, toscano e bizantino, la Chiesa degli Eremitani che custodisce gli affreschi di Andrea Mantenga e Prato della Valle celebre piazza ellittica tra le più grandi d’Europa circondata da un canale e contraddistinta dall’isola centrale (isola Mummia). La provincia di Padova è altrettanto ricca, castelli medievali e ville nobiliari caratterizzato il paesaggio dei Colli Euganei, da vedere il Castello di S. Pelagio, il Castello del Catajo, il Castello di Monselice, il Castello di Valbona, Villa Contarini, Villa Cornaro, Ca’ Marcello, Villa Emo.

Info
Turismo Padova Terme Euganee
www.turismopadova.it
Tel. 049/8767911
info@turismopadova.it

Art Walking Associazione per la Cultura e lo Sport A.S.D
fede.bevi@alice.it