L’impatto del diabete sull’assistenza sanitaria e sui costi

L’enorme peso clinico e sociale della malattia diabetica si traduce in un altrettanto drammatico impatto sul consumo di risorse (tabella 1). Una persona con diabete su quattro si ricovera in ospedale almeno una volta nel corso di 12 mesi (1,2). Il rischio di ricovero in ospedale per specifiche complicanze/comorbidità, a parità di età e sesso, è da due a otto volte maggiore in presenza di diabete; questo si traduce in oltre 12.000 ricoveri in eccesso per 100.000 persone all’anno, con enormi ricadute economiche (1). Il costo medio per paziente con diabete è infatti di circa 2.600-3.100 Euro l’anno (2,3), più del doppio rispetto a persone di pari età e sesso ma senza diabete (1,3). I costi diretti sono attribuibili in misura preponderante ai ricoveri ospedalieri, che rappresentano circa il 50% dei costi complessivi, mentre i costi legati alle terapie per il diabete rappresentano meno del 10% della spesa pro-capite. I costi crescono inoltre esponenzialmente con il numero di complicanze croniche. Fatto pari a uno il costo annuale di un paziente senza complicanze, il costo quadruplica in presenza di una complicanza, è 6 volte maggiore in presenza di due complicanze, circa 9 volte maggiore in presenza di tre complicanze, e 20 volte maggiore in presenza di 4 complicanze (4). In termini assoluti, i costi diretti per le persone con diabete ammontano a circa 9 miliardi di Euro l’anno, circa il 9% della spesa sanitaria nazionale (5). Sulla base delle proiezioni in crescita, il raggiungimento di 4 milioni di persone con diabete, anche mantenendo inalterati i costi dell’assistenza, porterebbe la spesa a raggiungere i 12 miliardi di Euro l’anno.
Non va inoltre dimenticato che ai costi diretti dell’assistenza vanno aggiunti quelli indiretti derivanti da
1. perdita di produttività;
2. pensionamento precoce;
3. disabilità permanente;
4. perdita di produttività di chi assiste il paziente.
Non esistono dati recenti che consentano di stimare l’ammontare complessivo dei costi indiretti nel nostro Paese. In altre realtà, quali ad esempio quella degli Stati Uniti, i costi indiretti rappresentano la metà di quelli diretti, mentre nei Paesi in via di sviluppo i costi indiretti sono superiori a quelli diretti. Oltre alle complicanze croniche, un’area meno indagata ma di grande rilievo è rappresentata dalle ipoglicemie severe, spesso legate al trattamento, che rappresentano una importante causa di costi diretti ed indiretti. Nel corso di un anno, fino a un terzo dei soggetti con diabete di tipo 1 di lunga durata e un quinto di quelli con diabete di tipo 2 in terapia insulinica presentano almeno un episodio di ipoglicemia severa, che spesso richiede l’ospedalizzazione (6). Da un database amministrativo è stato stimato che, nella sola Inghilterra, il trattamento delle ipoglicemie ammonti in un anno a 13 milioni di sterline (7). Ai costi diretti vanno poi aggiunti i costi indiretti, legati alla perdita di produttività ed assenza dal posto di lavoro. Da uno studio Canadese è emerso che il 10% dei soggetti con un episodio di ipoglicemia lieve/moderata e un quarto di quelli con ipoglicemia severa non si sono recati al lavoro il giorno successivo l’episodio (8). Le ipoglicemie sono inoltre responsabili di importanti costi intangibili, legati all’impatto negativo sulla qualità della vita, che a sua volta può indurre ad una riduzione della quantità di farmaci assunti e quindi ad un peggior controllo metabolico. Sempre dallo studio Canadese già citato è emerso che un terzo dei pazienti con ipoglicemia lieve /moderata e oltre l’80% di quelli con ipoglicemia severa hanno riferito maggiori paure delle ipoglicemie dopo aver avuto l’evento (8). Questo ha indotto in oltre la metà dei casi alla modifica della dose di insulina assunta.

Antonio Nicolucci
Responsabile del dipartimento
di farmacologia clinica ed epidemiologia
del Consorzio Mario Negri Sud

 

1. De Berardis G, D’Ettorre A, Graziano G, Lucisano G, Pellegrini F, Cammarota S, Citarella A, Germinario CA, Lepore V, Menditto E, Nicolosi A, Vitullo F, Nicolucci A; for the DADA (Diabetes Administrative Data Analysis) Study Group. The burden of hospitalization related to diabetes mellitus: A population-based study. Nutr Metab Cardiovasc Dis. 2011 Feb 16. [Epub ahead of print] 12. Marchesini G, Forlani G, Rossi E, Berti A, De Rosa M; on behalf of the ARNO Working Group. The Direct Economic Cost of Pharmacologically-Treated Diabetes in Italy-2006. The ARNO Observatory. Nutr Metab Cardiovasc Dis. 2010 Feb
2. [Epub ahead of print]
3. Profili di assistenza e costi del diabete in Emilia Romagna. Download pdf
4. Lucioni C, Garancini MP, Massi- Benedetti M, Mazzi S, Serra G. CODE-2 Italian Advisory Board. The costs of type 2 diabetes mellitus in Italy: a CODE-2 sub-study. Treatments in Endocrinology 2003;2:121e33.
5. Download pdf
6. Amiel SA, Dixon T, Mann R, Jameson K. Hypoglycaemia in Type 2 diabetes. Diabet Med. 2008;25:245-54.
7. Leese GP, Wang J, Broomhall J, Kelly P, Marsden A, Morrison W et al. for the DARTS/MEMO Collaboration. Frequency of severe hypoglycemia requiring emergency treatment in type 1 and type 2 diabetes. Diabetes Care 2003; 26: 1176–1180.
8. Leiter LA, Yale J-F, Chiasson J-L, Harris SB, Kleinstiver P, Sauriol L. Assessment of the impact of fear of hypoglycemic episodes on glycemic and hypoglycemic management. Can J Diabetes 2005; 29:186–192.