Scopriamo la città eterna attraverso i suoi parchi

Il percorso
Roma è una città che non ha bisogno di descrizioni, il suo patrimonio artistico è conosciuto in tutto il mondo ed il suo fascino è senza tempo. Oltre agli itinerari più noti mirati alla scoperta delle bellezze artistiche ed architettoniche della città è possibile conoscerla percorrendo a piedi i tanti parchi, delle vere e proprie oasi verdi in cui staccare dal traffico e dal caos cittadino e ritemprarsi facendo dell’attività motoria all’aria aperta. Le possibilità sono davvero molteplici, le passeggiate del Gianicolo e del Pincio sono le più conosciute; per una gita “fuori porta” pur restando in città o per godere di spazi più ampi è possibile scegliere tra diversi parchi ed aree verdi: il Parco del Pineto Sacchetti; il Parco degli Scipioni; il Parco del Colle Oppio dove si trovano resti monumentali di grande importanza come il padiglione della Domus Aurea neroniana, le Terme di Tito e di Traiano; il Parco della Mole Adriana; il Parco S. Gregorio al Celio; Parco Savello anche noto come Giardino degli Aranci piccolo terrazzo sull’Aventino che affaccia sul Tevere; il Parco di Monte Mario posto sull’omonimo colle nella zona nord-ovest della città. Di grande interesse sono infine i parchi collegati alle grandi ville borghesi ed aristocratiche: i Giardini del Quirinale ed i Giardini di S. Andrea al Quirinale area verde nel cuore della città; i giardini di Villa Balestra adagiati sulla sommità dei Monti Parioli; i giardini di Villa Fiorelli; il parco di Villa Glori situato sulla collina che domina l’ansa del Tevere immerso tra i quartieri Parioli e Flaminio; i giardini di Villa Grazioli; il parco di Villa Ada Savoia tra i più ampi della città dove sono stati inseriti appositi percorsi attrezzati per lo sport; il parco di Villa Borghese tra i più estesi, delimitato da ben nove ingressi; il parco di Villa Torlonia che si estende lungo la via Nomentana per 16 ettari ed il parco di Villa Doria Pamphilj di cui proponiamo l’itinerario. Villa Pamphili è il più grande dei parchi romani e una delle ville meglio conservate. La villa iniziò ziò a configurasi come fastosa residenza di campagna durante il pontificato di Innocenzo X a metà del ‘600, in quegli anni Camillo Pamphilj fece edificare il Casino del Bel Respiro con gli annessi giardini, ristrutturò l’edificio di Villa Vecchia e commissionò la realizzazione di alcune delle fontane principali del parco. Nel Settecento la Villa venne ampliata attraverso l’annessione di terreni limitrofi e venne realizzato il Giardino dei Cedrati, a fine ‘800 ci fu l’ultimo grande ampliamento della Villa con l’acquisizione della Villa Corsini a Porta San Pancrazio. L’intera Villa è di proprietà del Comune di Roma l’accesso al parco che dispone di percorsi ciclopedonali e percorsi ginnici attrezzati è quindi libero e gratuito. Questo grande parco è tra le mete preferite degli amanti del jogging, del fitwalking e del nordic walking che possono godere di un ambiente ricco di natura e storia. Costeggiando la Villa e seguendo i sentieri presenti nel parco si riesce a coprire una distanza di 7 Km circa su un terreno che non presenta difficoltà e accessibile a tutti, costeggiando il perimetro del parco si raggiunge invece una distanza di 12 Km.

Come raggiungere il parco
Facilmente raggiungibile in auto Villa Pamphilj offre numerosi ingressi. Gli ingressi principali si trovano in Via Leone XIII 30, Via Leone XIII 74 – 75, Largo M.L. King 8, via Aurelia Antica 327 e 183, Via S. Pancrazio 10, Piazza di S. Pancrazio, Via Vitellia 76 e 102, Via della Nocetta 30. Sono presenti dei parcheggi in zona per lasciare l’auto. E’ possibile raggiungere il parco con i mezzi pubblici le linee autobus che effettuano il collegamento sono: 31 – 44 – 75 – 791 – 870 – 982.

Commento tecnico
Il percorso di Villa Pamphilj è un percorso che si snoda all’interno di una delle ville più grandi di Roma un classico anche per i runners. Pur essendo all’interno della città il parco di Villa Pamphilj offre l’opportunità di muoversi in un ambiente assolutamente naturalistico, avendo la netta impressione di essere ben lontani dalla città. Lungo circa 6.5 Km, il percorso si snoda lungo un tracciato su sterrato ma molto ben battuto, caratteristica che non lo rende velocissimo come un percorso stradale ma sicuramente affascinante per il passaggio in un ambiente con molte caratteristiche interessanti dal punto di vista sia naturalistico che storico, e lo rende agevolissimo per la pratica di un buon fitwalking sportivo. E’ un percorso che si adatta facilmente sia ai principianti che a persone più allenate e che nella parte centrale presenta una serie di leggeri saliscendi che permettono di eseguire un buon lavoro di fartlek in modo naturale. Da sottolineare che la presenza di un punto jogging dove poter cambiarsi, farsi una doccia e lasciare i propri oggetti, rende questo percorso fruibile più facilmente da tutti e in qualunque ora della giornata.

Cosa fare, dove andare
Roma è sicuramente una delle città più famose e visitate del mondo, conosciuta per l’immenso patrimonio archeologico, artistico ed architettonico. I punti d’interesse sono centinaia segnaliamo quindi solo i luoghi da “cartolina” quei luoghi da non perdere che meritano assolutamente la visita: la Basilica di San Pietro e i Musei Vaticani con la Cappella Sistina, il Colosseo, la Basilica di San Paolo fuori le Mura, la Bocca della Verità, il Campidoglio, il Circo Massimo, Campo de’ Fiori, la Fontana di Trevi, i Fori Imperiali, Galleria Borghese, il Pantheon e Piazza Navona e Piazza di Spagna.

Info
Portale turistico della città
www.turismoroma.it
Tel.: 06/0608